Bruges, la Venezia fiamminga

Se sogni di catapultarti nell’800, beh Bruges è il posto perfetto. Un borgo belga con uno scenario unico, ricco di canali, carrozze, cavalli e antiche botteghe di cioccolato a due passi dalla capitale Bruxelles. In questo articolo ti racconto cosa visitare a Bruges, ribattezzata la Venezia fiamminga. Scopri inoltre come raggiungerla e dove mangiare.

Come raggiungere Bruges

Ho visitato Bruges per fare una gita fuori porta mentre ero a Bruxelles. Sono arrivata in questo luogo incantevole a bordo del treno. Le carrozze partono direttamente dalla stazione centrale della Capitale belga. Ci sono numerose corse ogni giorno e il viaggio dura un’ora e 10 minuti.

Il costo del biglietto a/r quando sono stata io era molto economico, circa 14 euro a persona. In alternativa, puoi prendere un autobus, tipo Flixbus, con tempo di percorrenza di circa 2 ore, oppure noleggiare un’auto, impiegando circa un’ora se parti da Bruxelles.

Cosa fare e vedere a Bruges in 24 ore

Bruges

A mio parere Bruges può essere visitata tranquillamente in un solo giorno, viste le sue ridotte dimensioni. Tuttavia l’atmosfera è così piacevole che mi è dispiaciuto molto essere andata via dopo così poco tempo. Mi sarei volentieri fermata a per trascorrere lì un weekend.

La cittadina è incentrata sull’architettura gotica e la presenza di canali lungo il centro storico, costeggiati da pioppi e oche bianche che scorrazzano allegramente.

Gli angoli più belli di Bruges a mio parere sono nelle sue piccole e grandi piazze:

  • – Prima fra tutte Piazza del Burg, dove sono collocati numerosi edifici storici, tra cui il Municipio e la Basilica del Sacro Sangue.
  •  
  • – Molto carina è anche la Piazza Jan Van Eyck, dove al centro è posta la statua dell’omonimo pittore, uno dei massimi esponenti dell’arte fiamminga, che visse qui molti anni.
  •  
  • – Davvero suggestiva è la Piazza del Mercato con il campanile Belfort alto 83 metri, su cui è possibile salire per ammirare questa magnifica cittadina dall’alto, e ascoltare le sue ben 47 campane.
Fra le tappe più caratteristiche e curiose di Bruges c’é il Beginaggio, un grazioso complesso di casette bianche con un giardino ricco di alberi, narcisi e tulipani da cui spira un’aura di spiritualità. Fu creato da Margherita di Costantinopoli nel 1245 e abitato dalle “beghine”, donne laiche decise ad abitare in una comunità per condurre insieme una vita casta e spirituale, dedita al lavoro. Attualmente è stato convertito ad un convento di suore benedettine. Si può visitare in assoluto silenzio durante 2 fasce orarie diurne prestabilite.
 

Altre tappe da toccare sono:

  • – la chiesa di Nostra Signora, dove è custodita l’unica opera di Michelangelo fuori dall’Italia.
  •  
  • – Se ami la pittura non puoi perdere il Groeningemuseum, che espone opere della pittura fiamminga e di artisti surrealisti, fra cui quelle di Magritte.
  •  
  • –  Se inoltre ami la birra, ti consiglio di non lasciarti sfuggire l‘antico birrificio Halve Mann del 1856, dove c’è anche un ristorante e sono organizzate visite guidate e degustazioni.
  •  
  • – Impossibile da non notare è il canale Dijver. In particolare ti consiglio di fermarti lungo i suoi pontili per fare un romantico giro in barca. Si può salire a bordo circa ogni 30 minuti, il costo della corsa si aggirava intorno ai 12 euro quando sono stata, nell’ormai lontano 2012. Adesso dovrebbe essere intorno ai 15 euro a persona.
  •  
  • – Infine ci si può anche muovere a bordo delle tantissime carrozze con cavalli, che a Bruges spuntano un po’  ovunque.

Dove mangiare a Bruges

Ci sono molte opzioni per mangiare a Bruges. Alcuni suggerimenti sono:

  • Il Cafè Herberg Vlissinghe, il più antico di Bruges. Inaugurato nel 1515 e luogo di incontro per artisti e viaggiatori. Gli interni in legno scuro sono magnifici.
  •  
  • – Esistono inoltre tantissime cioccolaterie che producono praline e divertenti statuette, oltre a servire bevande calde. Il cioccolato qui ha un sapore davvero intenso, a me è piaciuto moltissimo.
 
Bruges
 
  • – Immancabili i chioschetti di patatine fritte praticamente ad ogni angolo di Bruges.
  •  
–  Tantissimi ristoranti servono piatti a base di cozze locali, vista la vicinanza di Bruges ad Ostenda, paesino di pescatori sulla costa belga. Non ci sono stata ma dicono che Ostenda sia molto carino e raggiungibile da Bruges in treno o in bici in 50 minuti.
 
Spero che l’articolo ti sia tornato utile. Se visiti Bruges seguendo alcuni di questi consigli, fammelo sapere anche con un semplice tag sui social. Mi fa sempre piacere!